13 settembre 2014

Ne rimarrà solo una?

All'ultimo concorso di eleganza di Villa d'Este, in Maggio, si è visto un atipico prototipo MINI, realizzato a mano dalla Touring: la MINI Superleggera Vision, definito auto da esposizione senza un probabile futuro. Pare però la Casa ci abbia ripensato e stia valutando la possibilità di una messa in produzione della vettura, così diversa dallo stile cui il marchio ci ha abituato e perciò un po'rischiosa dal punto di vista del marketing. Tanto più che pare anche il brand abbia deciso una riduzione del numero complessivo di modelli; a questo punto l'opzione della Vision andrebbe a sostituire tanto la Coupé quanto la Roadster che, pur caratterizzate da un certo tasso di flop, hanno comunque uno stile molto più MINI di questa concept invece così italiana. Ripensandoci, però, la cosa ci starebbe. Ricordate quando BMW esordì con la Z3 disegnata da Chris Bangle? Anche allora ci fu un cambio di stile epocale, che si tradusse comunque in un grande successo. Chissà che non venga coinvolto 007 un'altra volta.


Nessun commento:

Posta un commento