31 agosto 2015

Vietato agitarsi sulle BMW

La nuova frontiera dell'azionamento dei comandi in auto è il Gesture Control, almeno secondo BMW. Il sistema potrebbe fare la sua comparsa sulle serie 7 già a Ottobre e dovrebbe mandare parzialmente in pensione (in opzione, ovviamente) i vari touchscreen, comandi sul volante e manopole sulla consolle. Il sistema si basa su un sensore 3D che è in grado di riconoscere i movimenti delle mani degli occupanti i sedili anteriori, li interpreta secondo il codice stabilito e varia il volume dell'ascolto o decide se accettare o meno una chiamata telefonica. A seconda della posizione delle dita si può poi avere una visione a 360° del veicolo sullo schermo, dire al navigatore di portarci a casa, richiamare un numero telefonico, cambiare la stazione radio in ascolto e accendere o spegnere lo schermo. E' una novità interessante, ma capisco bene perché BMW si sia limitata per ora ai soli comandi relativi all'infotaiment: se dalla gestualità dipendessero azionamenti più fondamentali per la guida le cose potrebbero complicarsi alquanto, soprattutto se, per esempio, il guidatore è abituato a gesticolare quando parla al telefono. Il fatto che poi il sistema associ dievrse istruzioni a seconda siano usate una o due dita nel movimento, implica poi una sorta di barriera etnica tra Europa e Usa, visto come si conta e come si indica nei rispettivi continenti. Insomma, prima di definire il Gesture Control una innovazione epocale, aspetterei il gradimento e i report d'uso relativi ai primi acquirenti.

26 agosto 2015

La prossima Z? Un crossover!?

Rivoluzione alla Nissan, ma di quelle che potrebbero anche distruggere un mito. Ce le avete presente le Z? Sì, le storiche sportive del marchio, quelle che accomunano un sano comportamento reattivo a un prezzo moolto più basso della concorrenza paragonabile per attitudine. Beh, la prossima Z potrebbe trasformarsi in un crossover, una bestemmia per qualunque vero appassionato. Nell'arco di un anno e mezzo il brand pensionerà dunque la 370 Z per sostituirla con... due opzioni: primo, con una versione "vera" della IDx Nismo presentata al salone di Tokyo di due anni fa, e questa andrebbe ancora bene, pur con quel look da Challenger in sedicesimo; oppure, secondo, con una piccola crossover sportiva il cui prototipo potrebbe addirittura essere mostrato già tra quache settimana al salone di Francoforte, segno che questa seconda ipotesi è assai più realistica della prima. Il motore dovrebbe derivare dall'1.6 turbo a quattro cilindri Renault già in uso sulla Juke e la razio del cambiamento sarebbe l'allargamento verso il basso della clientela Z, che con un piccolo Suv sarebbe così bella contenta, secondo loro. Viene da dire:" Pronto, c'è qualcuno al marketing?" Niente ammazza di più una sportiva che alzarle il baricentro e, con buona pace della varie Porsche di questo tipo e di tutta l'elettronica del mondo, per andar forte il peso deve stare il più vicino possibile alla strada. Come appunto sulle attuali Z. Ma sappiamo che se qualche capacchione ha prodotto delle attraenti slides che promettono più soldini non c'è più nulla di sacro. Qundi, dato che conosco qualche possessore di Z, tenetevi care le vostre macchine, potrebbero diventare delle icone.