29 gennaio 2016

Back from Texas

La DeLorean è una tipica auto mito, diventata tale, però, non tanto per le prestazioni quanto per la comparsa nel film "Back to the future" di Zemeckis. La DMC-12, sigla poco nota dell'unico modello mai prodotto in piccola serie (interrotta dall'arresto per droga di De Lorean nel 1982, accusa dalla quale venne poi scagionato), era comunque un'auto innovativa e interessante, con la scocca in acciaio inox il cui progetto era stato rivisto da Colin Chapman ma un motore PRV (Peugeot, Renault, Volvo) un po' deprimente quanto a prestazioni. Roba da collezionisti? Non solo, alla luce della notizia che lo stesso De Lorean produrrà una serie di circa 300 DMC-12 con i pezzi acquistati sul mercato dei ricambi negli States in un piccolo sito produttivo allocato in Texas. Freni ed elettronica saranno oggetto di un upgrading che li rende adatti alla circolazione odierna, mentre per ciò che attiene alla parte meccanica è possibile l'installazione di un nuovo motore (probabilmente ancora V6) decisamente più potente, tra 300 e 400 cavalli. Tutto il deal può avvenire grazie a una modifica recente nella legge Usa sulle piccole produzioni, che consente di evitare la lunghissima serie di test necessari alla omologazione di un veicolo progettato ai giorni nostri. Quindi, fanatici della DeLorean restate sul pezzo: 300 auto vanno via in un attimo.

Nessun commento:

Posta un commento