20 gennaio 2016

La guida? Roba da vecchi

Dalle nostre parti si parla da tempo della disaffezione alla guida da parte dei giovani, sostituita da smartphones e tecnologia in genere. Beh il fenomeno è sensibile e molto esteso anche negli Usa, dove una ricerca dell'Università del Michigan mostra un netto calo dei giovani patentati. Nel 1983 la percentuale di persone con il permesso di guida tra 20 e 24 anni era del 91,8%, valore sceso all'82% nel 2008, al 79,7% nel 2011 e al 76,7 nel 2014. Il fenomeno mostra una spiccata relazione alle fasce d'età, dato che nello stesso periodo di osservazione, ossia dal 1983 al 2008, la percentuale di guidatori tra 45 e 69 anni è invece salita per scendere poi leggermente a cavallo dalla crisi sino a oggi. Andamento analogo per il gruppo tra 60 e 64 anni, che dall'iniziale 83,8% è salito fino al 95,9% del 2008 per scendere poi al 92,1% nel 2014. Se aggiungiamo che i patentati dai 70 anni in su sono ancora il 79% nel 2014, quasi tre punti più dei giovani, vediamo che la guida pare sia diventata un retaggio d'antan. Difficile dire se si tratti davvero soltanto di uno spostamento di interessi oppure se la crisi abbia avuto (e abbia tuttora) un ruolo determinante; il calo del numero di patenti mostra però inequivocabilmente come abbiamo a che fare con un effettivo e radicale cambiamento nelle abitudini di vita.

Nessun commento:

Posta un commento