10 febbraio 2016

Generazione di fenomeni

Puntuale come il Super Bowl, ecco un aggiornamento della Camaro, che debutta domani al salone di Chicago. Le vetture sono equipaggiate con il pacchetto 1LE, la cui storia risale al 1989, ma che è stato rivisto e aggiornato per l'anno corrente. che rende la sesta generazione della più espressiva delle muscle car Usa particolarmente adatta alla pista. Sulle versioni 3.6 litri V6 c'è il settaggio sportivo delle sospensioni, freni Brembo con pinze a 6 pistoncini e pneus ad alta aderenza, capaci di uno 0,97 g di accelerazione laterale. Dentro sedili Recaro e un data recorder per i giri on track. Sulle V8 le sospensioni elettroniche e il (solito ma diffusissimo) trucco del finto autobloccante basato sul frenare della ruota che slitta (niente a che vedere con l'attrezzo meccanico); comunque qui la tenuta sale a 1g, sempre con le gommone, i Recaro  e il data recorder. Ruote da 20 pollici di serie e cambio con leva a movimenti ravvicinati; automatico niet. Sui motori, però, no improvement: i 340 CV del V6 e 461 del V8 per Chevy bastano. Così come nessun dato prestazionale; viene solo dichiarato che il tempo sul giro a Willow Springs (California) della V6 è lo stesso della vecchia V8, mentre quest'ultima pare vaporizzare la precdente SS. Insomma un'auto fenomeno a quanto pare, il cui costo per ora non è stato dichiarato.

Nessun commento:

Posta un commento