5 febbraio 2016

Performance, il top di Audi

Il gruppo VW crede che i Suv siano il futuro della mobilità automobilistica a livello di stile e praticità d'uso: secondo studi effettuati, il segmento di quelli compatti dovrebbe crescere del 25% entro il 2020, superando in Europa un milione  mezzo di unità. E applicando dunque a tale settore il concetto di famiglia tanto caro al gruppo VAG, si va dal primo Suv compatto di Seat, che sarà lanciato quest'anno, alla sportiva RS Q3 performance che debutta a Ginevra, al vertice di categoria per prestazioni, come di ce il nome: lo 0-100 è infatti bruciato in 4,4 secondi per una velocità massima di 270 km/h. Le versioni performance sono le più prestazionali ma adottano una vecchia conoscenza, il 5 cilindri TFSI che deriva da quella della quattro e che rimane un must quando occorrano potenza e cattiveria. In questa versione eroga 27 CV in più e sale a 367, con coppia massima di  e 645 Nm da 1.625 e 5.550 giri (che precisione!). Cambio a 7 marce S tronic con palette al volante che prevede la doppietta per dare maggiore soddisfazione al guidatore. Per carità, questione di gusti e di dare al mercato ciò che vuole, anche se continuo a ritenere che per andare forte naturalmente (cioè senza il contributo determinante dell'elettronica) il baricentro debba essere nettamente più basso. In vendita a primavera.

Nessun commento:

Posta un commento