27 maggio 2016

Arriva dalla Cina il treno-tunnel



All'esposizione high tech di Pechino, conclusasi domenica scorsa, è stato presentato il TEB, Transit Elevated Bus, un curioso modello di trasporto pubblico su rotaia a piattaforma fortemente rialzata che ha lo scopo di impegnare solo marginalmente la carreggiata lasciando lo spazio sottostante alla circolazione degli altri veicoli. Si tratta di un'idea che permette lo sfruttamento più intensivo dello spazio esistente e che forse ha una razio nel congestionato ambiente stradale cinese, ma che pone molti interrogativi legati al costo di realizzazione delle singole unità e alla loro flessibilità d'uso in città nelle quali la circolazione sia il risultato di sovrapposizioni di strutture effettuate in tempi più o meno recenti piuttosto che oggetto di (costose) progettazioni ad hoc. Secondo i progettisti il TEB rappresenta però una alternativa conveniente a una metropolitana: ha una capacità di 1.200 passeggeri per convoglio, mentre il tempo di completamento di una linea è attorno all'anno (in Cina, forse; dalle nostre parti si sa come vanno queste cose) e il costo è meno di un quinto. Comunque, nell'ex Celeste Impero, come sempre fanno molto in fretta a implementare i concetti progettuali: entro il 2016 è infatti prevista la costruzione di una linea prototipo a Qinhuangdao, nella provincia di  Hebel.

Nessun commento:

Posta un commento