23 maggio 2016

The very last ones






Nello scorso weekend Rolls Royce ha colto l'occasione del concorso di eleganza di Villa d'Este per presentare la gamma Zenith, canto del cigno per le versioni Phantom Coupe e Drophead Coupe dato che nella nuova gamma del modello, prevista per il 2018, non ci saranno più più versioni a due porte e convertibili. Sviluppate al centro Bespoke, dedicato alle personalizzazioni delle già ultraesclusive vetture, le Zenith celebrano le più tipiche (e inflazionate, lasciatemelo dire) cover del lusso automobilistico d'antan, espresso in particolari come il tavolino da picnic incorporato o il frigorifero che contiene due bottiglie di champagne, o ancora la speciale placca contenuta in un cassettino che celebra le vetture come le ultime della serie: Per non parlare delle incisioni laser ai bordi dei braccioli che riproducono la mappa delle oocation ove le concept delle auto erano state presentate (ci mancano soltanto riferimenti all'Orient Express e a Poirot e siamo a posto). La parte meccanica è quella consueta: motore V12 di 6.750 cm3 con potenza di 460 CV e coppia massima di 720 Nm e cambio automatico a 8 marce, uno ZF in pratica; si poteva fare meglio, no? Ne faranno solo 50, affrettatevi.

Nessun commento:

Posta un commento