21 giugno 2016

A spasso con Olli




Ce l'avete presente la Local Motors? E' quell'azienda Usa che ha messo a punto la tecnologia per realizzare auto con stampanti 3D. Bene, conscia di occupare una posizione di punta nella new technology dell'auto, l'impresa ha deciso di spingersi oltre ed entrare anche nel crescente business della guida autonoma scegliendo un partner di tutto rispetto, la IBM. Così ha realizzato Olli, un piccolo bus a trazione elettrica capace di trasportare 12 persone senza l'ausilio di un autista. Olli è già ora molto più di un prototipo dato che, dopo la positiva sperimentazione a Washington DC, verrà messo in servizio regolare per la mobilità interna di un centro commerciale a Georgetown, sulle rive del Potomac, con l'obiettivo di estendere prossimamente a Miami e Las Vegas il concetto. Per il momento la mobilità autonoma del mezzo è limitata a zone chiuse al traffico veicolare propriamente detto, ma IBM sostiene di essere già pronta per mezzi capaci di padroneggiare il traffico vero grazie allo sviluppo del concetto di internet of things, basato sull'intelligenza artificiale realizzata mediante un cloud di computer. Sembra proprio che l'autonomous drive corra negli Usa; d'altronde ci sono già compagnie assicurative disposte a stipulare polizze su veicoli di questo tipo. Ah, Olli parla pure, guardate il secondo video.

Nessun commento:

Posta un commento