9 giugno 2016

Un po' troppo autonome?


Ci sono indizi secondo i quali il sistema di guida quasi-autonomo delle Tesla potrebbe rivelarsi un po' troppo autonomo. Negli States, infatti, una Model X con appena cinque giorni di vita si è schiantata contro un edificio per quello che gli yankee chiamano unattended acceleration, un'accelerazione inattesa (e ovviamente non voluta). Il proprietario sostiene che l'auto abbia accelerato da sé, mentre Tesla si difende affermando di aver raccolto dati dal sistema elettronico della vettura che indicano come prima del crash l'auto viaggiasse a quasi 10 km/h e che il movimento sia stato causato da una pressione a fondo del pedale dell'acceleratore. Questa storia richiama l'eco dei fatti degli anni '80, quando le Audi 5000 furono oggetto appunto di casi accelerazione improvvisa che portarono anche a qualche decesso, e di quelli dello stesso genere relativi ad alcune Toyota di qualche anno fa. Nelle due situazioni la colpa fu ritenuta a carico del posizionamento dei pedali freno e acceleratore troppo vicini (Audi) e di pieghe del tappetino che ostacolavano la corretta postura del piede (Toyota). Ma qui le cose sono diverse per la presenza dell'Autopilot, il sistema di guida semi-automatico di Tesla, e per una serie di riscontri analoghi anche sulle Model S; sembra strano poi che automobilisti avvezzi da sempre al cambio automatico improvvisamente pestino sull'acceleratore invece che sul freno. Rumors parlano di qualcuno che spinge per ottenere un'inchiesta mentre Tesla ovviamente tende a sminuire i fatti. Ma gli States quanto a faccende legali sappiamo quanto siano imprevedibili...

Nessun commento:

Posta un commento