9 settembre 2016

Dalla Polonia il lusso elettrico della Varsovia





Tesla sinora ha dimostrato che, pur con luci e ombre, la produzione di un'auto elettrica di lusso tiene e ha un senso, forse più di un prodotto destinato a un mercato più vasto. Così anche in Europa qualcosa si è mosso nel segmento specifico, più precisamente in Polonia, dove lo studio di design Kadler, vicino Varsavia, ha realizzato la Varsovia, concept elettrica appartenente alla omonima Motor Company. La Varsovia assomiglia un po' nel concetto alla (defunta) Fisker Karma e appartiene al segmento ibrido plug-in con range extender a benzina. L'autonomia in pura modalità elettrica è però di ben 350 km, mentre con il motore a combustione si possono percorrere altri 500 km, portando così il range complessivo a ben 850 km; ciò rende la Varsovia di fatto un'elettrica praticamente pura per la maggior parte degli spostamenti. Viaggi che vengono garantiti nel lusso più esclusivo a ogni occupante. La vettura è concepita infatti come ufficio viaggiante o, se ci si vuole godere un po' di relax, come centro multimediale dotato di ogni comfort, compreso un sistema di riconoscimento dello stato emozionale dei passeggeri, che sceglie quindi automaticamente il colore delle luci, riproduce la musica più adatta e i filmati più rilassanti sui due schermi da 19 pollici, aziona i numerosi sistemi destinati a migliorare il comfort dei sedili a 9 elementi separati. L'intento è quindi quello di realizzare un masterpiece del lusso e del comfort con una vettura dalla linea elegante ma discreta che peserà poco oltre le 2 tonnellate e della quale saranno previste per il 2018, data di inizio produzione, non più di 50 unità. La vedremo a Parigi? Non si sa, forse.

Nessun commento:

Posta un commento