24 ottobre 2016

Forse un 4 sulla R50?


Nel decadente inizio di terzo millennio convivono schiavitù e ricchezza, fame e lussi del tutto velleitari. Ma il business è sempre l'ultimo a recepire i cambiamenti epocali e in attesa di variazioni spreme inossidabile da ciò che rende ancora. Come il segmento delle ipercar che, a dispetto della palese inutilità, tranne il far sognare gli appassionati, registra una vitalità incredibile. Così se Aston Martin va avanti con la sua AM-RB 001, Mercedes, forte della leadership in F1, prosegue con la OMG AMG R50. La ipercar tedesca sarà in pratica una vettura di formula a due posti, con il motore posteriore, l'assistenza elettrica e un rapporto peso/potenza da Koenigsegg, leggi 1:1. Curioso che pur possedendo il 5% di Aston, Mercedes non abbia voluto partecipare al progetto inglese, ma evidentemente i tecnici teutoni non vogliono dividere un prodotto di vertice. Le ultime notizie parlando però di un possibile cambiamento a livello di motore: i 950 CV circa del V6 potrebbero non bastare a raggiungere il target, 1.300 cavalli complessivi. Rumors parlano di un 4 cilindri di due litri, ma certamente il confronto con il V12 Aston sarebbe stridente. Se la R50 impiegherà infatti la tecnologia più avanti in ogni campo, scocca in fibra di carbonio, sospensioni attive, aerodinamica pure attiva tipo Pagani, torque vectoring su ciascuna ruota, il motore non può essere da meno. L'auto dovrebbe comparire l'anno prossimo a Francoforte. Sul prezzo buio, ma se la Aston costa 3 milioni...

Nessun commento:

Posta un commento