21 ottobre 2016

Ritorno al passato


Sinceramente non ho mai capito come sia nato il mito della DeLorean. Sì, certo il film Ritorno al futuro, ha fatto la sua parte, ma si tratta di un'auto nata vecchia, con un motore spompato e gli unici atout delle porte ad ala di gabbiano e della carrozzeria non verniciata in acciaio inox, peraltro incubo dei carrozzieri ed evidenziatore naturale per i piccoli danni. Per non parlare dei ridicoli finestrini, copiati dalla Subaru SVX. Ma tant'è e, nonostante il flop commerciale di allora (ne hanno fatte solo 9.200 tra il 1981 e il 1983) oggi è un oggetto del desiderio. Un desiderio possibile, però, dato che a Humble, Texas, Usa, sulla scorta dello LVMVA (Low Volume Vehicle Manufactures Act) del 2015, che consente di realizzare fino a 325 repliche di auto almeno venticinquennali all'anno saltando gran parte delle complesse e costose procedure di omologazione, è nata una DeLorean Motor Company che (ri)costruisce le DMC-12 per un prezzo a partire da 65.000 dollari. L'azienda si occupa anche di rinfrescare l'usato, così come di venderlo, grazie a una rete estesa in 5 stati, mentre le auto nuove sono realizzate artigianalmente al ritmo di una alla settimana. Delivery dal 2017, anche fuori dagli States. Appassionati del Vecchio Continente state all'occhio. In fin dei conti il motore è il PRV, nato proprio dalle nostre parti.

Nessun commento:

Posta un commento