11 novembre 2016

Più veloce di un aereo, più semplice di un'auto



Quando si parla di Elon Musk si pensa subito alla Tesla, ma il nostro ha anche altri campi di interesse e sviluppo, come quello dei trasporti veloci via terra. (Ri)parlo di Hyperloop One, idea ambiziosa e molto futuristica condivisa dal tycoon, che qualche mese fa ha organizzato una dimostrazione di fattibilità tecnica. Ora la società ha diffuso un video nel quale prospetta il funzionamento di una rete Hyperloop dal punto di vista dell'utenza. L'elemento di spicco è quello che il sistema possa garantire lo spostamento degli individui da casa a casa; un sistema di mobilità completo, quindi, che non richiede "accessori" per svolgere il suo compito, contrariamente a ogni altro mezzo di trasporto. Non sfugge però l'ambientazione negli emirati della simulazione. Scelta logica, perché proprio ad Abu Dhabi sono in corso trattative per la costruzione del primo circuito del sistema, ma anche indicatore di un target di utilizzatori che non definirei proprio popolare. A livello tecnico, comunque, non sono ancora del tutto risolti i problemi relativi alla sicurezza del transito dei convogli nei tubi a bassa pressione: l'obiettivo progettuale di Hyperloop è infatti quello di raggiungere velocità vicine a quelle del suono (circa 1.100 km/h) ma la distanza dell'ordine dei millimetri del veicolo dal sistema di accelerazione lineare rende pericolosissimo qualsiasi contatto a simili andature. Lo sviluppo comunque va avanti e la seconda società che si occupa del progetto, la Hyperloop Transportation Technology, ha in corso colloqui con il governo slovacco per l'ipotesi di una linea che colleghi Bratislava a Vienna e/o a Budapest. Ci vorrà ancora una decina d'anni, quindi, poi i primi collegamenti potrebbero concretizzarsi. Certo, se il mondo rimane quello che conosciamo oggi.

Nessun commento:

Posta un commento