31 marzo 2017

Il lupo perde il pelo...




La Cina è ormai sdoganata sotto l'aspetto del livello qualitativo dei suoi prodotti, prova ne sia l'animosità di The Donald nel volerli sottoporre a dazi (in buona compagnia con quelli del Vecchio Continente, n'est pas?) per l'importazione negli Usa. Ma il vizietto di copiare le auto di successo non l'hanno ancora perso. E' il caso di questa Jijie Tule, una vettura che rientra nella categoria cinese delle Low Speed Electric Vehicle (LSEV) prodotta dalla Jijie Electric Technology di Changzhou (non lontana da Shanghai), che somiglia parecchio a una smart. Certo una smart di vecchia generazione, ma pur sempre un clone stilistico delle vetturetta tedesca. Questa è pure in edizione Hello Kitty e adotta un motore da 4 CV che consente una V max di 45 km/h, alimentato da batterie al piombo che si ricaricano in 8 ore e danno un'autonomia di 100 km. Pur con i sistemi low tech di cui dispone e le scarse prestazioni, la Jijie Tule costa quasi 2.800 euro al cambio, cifra consistente per la Cina e questo tipo di vetture, proprio perché con la sua livrea european inspired è molto cool. Per la cronaca, l'azienda clona anche la VW Up! e quindi ha fatto un vero e proprio business della sua spregiudicatezza commerciale. Comunque non è tutta fuffa: nella plancia c'è uno schermo touch da 9 pollici per infotainment e navigatore, mentre la leva del selettore ricorda quella di un vero cambio automatico. A proposito, quel grosso tasto rosso proprio dietro di essa è il panic stop. Non si sa mai che con le mostruose prestazioni di cui è capace l'auto ti prenda la mano...

Nessun commento:

Posta un commento