26 aprile 2017

La EMotion di Fisker è pronta al debutto


Periodicamente si riparla di Fisker, il marchio americano nato dalla creatività dell'omonimo personaggio che di nome fa Henrik, un tempo progettista di brand quali Aston Martin e Artega. Dopo un periodo assai complesso pare la società abbia concentrato le energie sulla EMotion, auto elettrica integrale il cui nome, trattino a parte, incidentalmente coincide con quello della nuova MG ma, pur essendo entrambe le vetture elettriche, non ha con essa nulla a che spartire. Un nuovo assai completo teaser è di supporto all'annuncio del debutto ufficiale il prossimo 17 agosto, in coincidenza con gli eventi annuali di Monterey che catalizzano l'attenzione di ricchi esteti sulla costa californiana. Le prime indiscrezioni parlavano di grafene (o graphene all'inglese) tanto nelle batterie quanto nella scocca; ora si sa che il leggerissimo materiale sarebbe ancora protagonista delle ricerche svolte all'Università della California sugli accumulatori ma sarebbe anche uscito dal progetto della scocca, che comunque è realizzata con materiali leggeri e secondo Fisker pesa il 20% in meno di auto di pari stazza. Unici dati forniti sono l'autonomia di circa 650 km (ma non si sa ancora con quali batterie) e la velocità massima di 261 km/h. La struttura con le ruote agli estremi della scocca e l'abitacolo con porte ad apertura ad ali di farfalla dona lo spazio di un modello di dimensioni maggiori, mentre l'infotainment sarebbe allo stato dell'arte, così come la predisposizione alla guida automatica. Produzione dal 2018, prezzo sopra i 100.000 $. Mah, mi sembra che il successo di Tesla attiri come il miele le mosche, ma non è detto che ci sia tutto 'sto spazio per altri attori nel segmento.

Nessun commento:

Posta un commento