5 aprile 2017

Niente Diesel, siamo inglesi


Si parla da tempo della fine dell'era Diesel, ma la convenienza dei suoi bassi consumi, unita alle notevoli prestazioni, fa sì che la data di scadenza venga continuamente rimandata. Le cose potrebbero però cambiare bruscamente, se le amministrazioni ci si mettono di buzzo buono, si fa per dire. Come la nuova idea britannica di ridurre il numero di auto a gasolio in circolazione tramite una supertassa, che secondo la proposta del sindaco londinese Sadiq Khan sarebbe addirittura di 20 sterline al giorno, quantomeno nella capitale. Secondo il Times, il disegno di legge è all'esame del governo May e se sarà approvato ogni possessore londinese di auto Diesel sarà soggetto al pagamento di quella che è già definita come la Toxin Tax, la tassa sulle tossine. E la scure fiscale non si abbatterà solo sulle auto e soltanto a Londra: ogni veicolo a gasolio sarà punito con le 20 sterline al giorno anche nelle città di Birmingham, Derby, Leeds, Nottingham e Southampton e più in generale nelle città ad alta densità di traffico. Potrebbero cavarsela gli abitanti dei piccoli centri e i possessori di auto Euro 6, ma il condizionale è rigorosamente d'obbligo. Per quanto riguarda i tempi di attuazione, dato che non siamo in Italia, qui si parla addirittura della settimana prossima. E non è finita: Khan ha già deliberato una tassa di 12,50 £/day che sarà applicata ai veicoli inquinanti che circolino sulle tangenziali nord e sud di Londra, che si va ad aggiungere alle 10 £/day della congestion tax nella zona centrale. Altro che Brexit!

Nessun commento:

Posta un commento