30 aprile 2018

Il problema sono le persone



La tecnologia segue la sua evoluzione, ma non è detto che la gente sappia coglierne solo i lati positivi. Il che significa, calato nel contenitore guida autonoma, che poiché statisticamente il numero di idioti supera sempre quello delle persone dotate di raziocinio, se dai a un idiota la possibilità di usare l'auto in modalità autonoma prima o poi farà danni o peggio. E' il caso di Bhavesh Patel, cittadino britannico che è stato portato in tribunale e condannato per guida pericolosa. Il 20 aprile scorso la sua Tesla Model S 60 ha centrato un furgone delle consegne nella contea di St. Albans Crown Court, nell'Hertfordshire mentre lui sedeva al posto del passeggero lasciando guidare l'auto all'Autopilot. Il fatto è documentato, oltre che dal report dell'incidente eseguito dagli agenti di polizia intervenuti sul posto, da un video girato poco prima dell'incidente da un altro automobilista che percorreva la stessa dual carriage road. A Patel è stata sospesa la patente per 18 mesi; è stato condannato poi a 100 ore di lavori socialmente utili e a una multa di 1.800 sterline. Dal canto suo ha dichiarato che voleva semplicemente sperimentare una delle amazing feature della Tesla e che è si è trattato solo di sfortuna. Dipende da come la guardi. Forse di fortuna ne ha avuta invece parecchia ma non se ne rende ancora conto. Certo che se le auto self driving si diffonderanno di fortuna ne occorrerà parecchia a tutti.

Nessun commento:

Posta un commento