29 luglio 2014

New age alla AMG

Eccolo alla fine. Il nuovo  biturbo AMG da 4 litri, capostipite della nuova generazione di V8 sportivi della Casa della stella, di cui si parla da quasi un anno ha fatto il suo debutto ufficiale. 3982 cm3, 510 CV a 6250 giri, 650 Nm da 1750 a 4750 giri, regime massimo 7.200 giri, potenza specifica di 128 CV/litro; queste le caratteristiche della prima edizione, ovviamente passibili di forti miglioramenti, dato che il motore ha le stesse misure di alesaggio e corsa del 4 cilindri da 360 CV di recente introduzione e potrebbe quindi copiarne le doti (180 CV/litro). Cambio radicale nella struttura: come per i V8 BMW, ora i turbo sono al centro della V con l'aspirazione all'esterno. Ciò consente una migliore gestione del flusso dei gas di scarico e ha ridotto il lag; allo stesso scopo sull'ammissione sono presenti valvole di ricircolo dell'aria compressa che vengono azionate in rilascio. Due intercooler ad acqua con un circuito dedicato provvedono poi al raffreddamento dell'aria in ingresso nei cilindri, che raggiunge una pressione massima di 1,2 bar. Il sound AMG è ormai entrato nel mito: per garantire anche alla nuova unità le stesse doti "canore", la AMG ha realizzato un sistema di farfalle sullo scarico azionabili a piacere dal guidatore che consente di scegliere una tonalità soft oppure cattiva e baritonale. Immancabile come nelle ultime realizzazioni del brand lo start&stop, che consente nel ciclo di prova percorrenze medie superiori a 10 km/litro.

Nessun commento:

Posta un commento